News

CREDITO DI IMPOSTA AMIANTO

19 Oct 2016 Vi segnaliamo l’operatività del Credito di imposta per le imprese che nel corso del 2016 hanno realizzato interventi di bonifica (rimozione e smaltimento) dell'amianto su beni e strutture produttive.
Viene riconosciuto un credito d'imposta nella misura massima del 50%, per una spesa minima di euro 20.000,00 fino a euro 400.000,00.

RICALCOLO CONTRIBUTO CONGUAGLIO SSP 2014

20 Sep 2016 ESCLUSIVAMENTE PER L'ANNO 2014
L'importo del conguaglio è stato determinato a seguito della modifica dei Corrispettivi Unitari per servizi (CUsf) relativi al 2014 da parte dell'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico.

Struttura ricettiva eco-sostenibile. #Green

20 Jun 2016 Al via una struttura ricettiva alberghiera eco sostenibile. Dall'ingegneria della Pistorello Group alla sua realizzazione di un impianto unico in Italia e d'esempio per l'Europa con un impianto fotovoltaico, eolico, sistema d'accumulo per l'utilizzo d'energia pulita nelle ore notturne ed un sistema intelligente per il monitoraggio e la gestione dei carichi dell'intera struttura.

Bollette più trasparenti e letture frequenti per tagliare i conguagli capestro.

05 Aug 2015 Bollette sempre più basate su consumi effettivi grazie a nuovi obblighi di lettura, a incentivi all'utilizzo dell'autolettura da parte del cliente e a criteri che riducano la differenza tra valori reali e stimati; incremento della periodicità di invio delle bollette e indennizzi automatici per ritardi; divieto di fatture “miste”, cioè con dati effettivi e stimati, in caso di scelta di fatturazione mensile.
Tempi certi per le bollette di chiusura in caso di cambio fornitore, volture o disattivazione. Sono queste le principali proposte dell'Autorità per risolvere alcune delle criticità ancora esistenti in tema di fatturazione, presentate con il Documento per la consultazione ”Fatturazione nel mercato retail”. Gli interventi, che riguardano tutti i piccoli clienti, sia in tutela sia nel mercato libero, si basano anche sui primi risultati dall'indagine conoscitiva dell'Autorità sulla fatturazione, da cui emerge come le bollette basate su consumi effettivi (cioè non contenenti consumi stimati) siano il 75% circa del totale nel settore elettrico - dove il 98% circa dei clienti ha il contatore elettronico telegestito -, mentre sono l'8,5% nel gas, dove però la diffusione dei contatori telegestiti è appena agli inizi. Nell'era della bolletta 2.0, l'Autorità propone di intensificare la periodicità della fatturazione, con la possibilità di concordare una maggiore frequenza rispetto a quelle previste dalla regolazione, anche per una maggiore consapevolezza dei propri consumi. Per quanto riguarda le letture, per i contatori elettrici non telegestiti si propone di portare l'obbligo minimo di rilevazione dei dati da annuale a quadrimestrale. Per ridurre il fenomeno delle fatture miste (consumi effettivi e stimati), in caso di contatori telegestito. L'Authority propone di introdurre il divieto del loro invio a oltre il 40% dei clienti serviti dal venditore e il divieto di emettere fatture miste per chi ha o sceglie la fatturazione mensile. Infine per migliorare la disciplina delle fatture di chiusura del rapporto contrattuale (in caso di cambio fornitore, voltura e disattivazione) di qualsiasi tipo di utenza, gas o luce, domestica e non, si prevede che, per garantire il rispetto del tempo massimo di ricezione di 6 settimane previsto dalla normativa, la loro emissione avvenga al più tardi 8 giorni prima dallo scadere delle stesse 6 settimane, anche valutando una riduzione degli 8 giorni in caso di recapito della bolletta via mail o web. In caso di ritardo sono previsti indennizzi automatici a favore del consumatore o anche per il venditore da parte del distributore se quest'ultimo ritarda nella messa a disposizione del dato di misura.

https://www.facebook.com/pistorellogroup?ref=hl

Chiarimento impianti fotovoltaici fino a 200 kWp. Modalità e tempistiche di erogazione delle tariffe incentivanti.

22 Jul 2015 Ai sensi dell’art. 26, comma 2, della Legge, il GSE eroga le tariffe incentivanti, “con rate mensili costanti, in misura pari al 90% della producibilità media annua stimata di ciascun impianto, nell’anno solare di produzione, ed effettua il conguaglio, in relazione alla produzione effettiva, entro il 30 giugno dell’anno successivo”.

Download PDF

1 - 5 su 20 risultati | 4 pagine totali
TOP